Gas refrigeranti a effetto serra: maxi sequestro a Milano di 10 tonnellate provenienti dalla Cina.

 

Leggi l’articolo tratto da MILANO TODAY

 

Dieci tonnellate di gas dalla Turchia, ma di origine cinese, sono state intercettate e sequestrate dai funzionai dell’agenzia Dogane e Monopoli dell’ufficio di Milano 1 – Magazzini Generali di via Triboniano. Un’attenta analisi dei rischi e delle quantità ha portato al sequestro.

Il gas era contenuto in 960 bombole per un valore di circa 96 mila euro ed è di tipo HFC, chiamati idrofluorocarburi o F-gas. Si tratta dei gas refrigeranti oggi più diffusi sul mercato, non pericolosi per l’ozono come i gas precedentemente usati (e ormai da anni banditi) ma per l’effetto serra. Gli F-gas rappresentano il 2% delle emissioni complessive di gas ad effetto serra della UE ma dal 1990 sono cresciuti del 60%.

L’importazione intercettata dai doganieri era stata effettuata violando le prescrizioni sulle quote di prodotto assegnate da parte della Commissione europea (Regolamento Ue 517/2014). Violato anche l’obbligo di iscrizione nel registro elettronico europeo e di comunicare alla Commissione stessa i quantitativi annui importati: tutte norme dettate dall’esigenza di fondo di limitare l’emissione di gas a effetto serra in Europa.

I funzionari hanno applicato una sanzione economica per le violazioni e hanno confiscato le bombole interessate dall’importazione illecita.

VEDI ARTICOLO ORIGINALE